facebook instagram Italiano English banner desktop


Pagina privata per i soci COTARI

---> vai al Sito calcolaore

Scarica l'App per i soci Cotari (solo Android)



Guida di riferimento Pneumatici Auto

Quando montare/smontare le termiche e occhio al "codice di velocità"!

"a partire dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, non è consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione"
Il Codice della strada prevede una deroga sul codice di velocità prescritto dal libretto di circolazione solo sugli pneumatici invernali, ma dal 16 maggio bisognerà avere montati pneumatici con il codice di velocità corretto, che siano estivi o invernali. Quindi fate attenzione alle vostre gomme: il codice di velocità (sugli invernali spesso se ne usa uno inferiore) deve corrispondere a quello previsto dal libretto o essere superiore.

data fabbricazione secondo classificazione europea

A indicare l'età degli pneumatici ci sono alcune sigle stampate sul fianco, ma sono più utili alla filiera dei costruttori-distributori che agli automobilisti. Il cosiddetto DOT di cui spesso si parla (erroneamente, perchè è la metodologia di classificazione statunitense, non europea) è il numero seriale a cui si fa riferimento in caso le gomme debbano essere ritirare dal mercato.
La classificazione europea si presenta come una sigla alfanumerica (esempio: FD8KYYY1017), dove le prime due lettere identificano lo stabilimento, mentre le ultime quattro cifre si riferiscono alla settimana e all'anno di produzione (nel caso dell'esempio, la decima settimana del 2017).

data fabbricazione secondo classificazione statunitense (DOT)

Osservando il fianco del pneumatico si deve individuare la sigla DOT (Department Of Transportation) seguita da una serie di lettere e numeri. Le ultime quattro cifre indicano la settimana e l'anno di produzione ("data pneumatici").
Ad esempio, se un pneumatico riporta la dicitura:
DOT HW8C D60U 1814
dopo la dicitura DOT le ultime quattro cifre recitano 1814, indica come data di produzione la settimana 18 dell'anno 2014.
Attenzione a controllare su entrambe i lati del pneumatico, alcuni produttori riportano l'ultimo gruppo di cifre solo su di un lato.
Più in generale la marcatura DOT indica il rispetto degli standard del Dipartimento dei Trasporti USA sintetizzando importanti informazioni sul pneumatico: il codice identificativo dello stabilimento di produzione, il codice identificativo della misura del pneumatico, il codice identificativo del produttore, e la data di produzione.

oppure altra forma: DOT 07 Anno di produzione 2007
Pneumatici invernali: quando vanno montati?

Una volta si chiamavano gomme da neve o termiche, oggi sono gli pneumatici invernali. Sempre più diffuse, sono gomme che consentono di adattarsi meglio alle condizioni tipiche dell'inverno, a partire dalle basse temperature. Affrontano meglio le strade allagate dalle insistenti piogge autunnali e si districano agilmente anche su ghiaccio e neve. Il "trucco" sta nella composizione della mescola (che à ricca di silice) e nelle lamelle che si "aggrappano" sul fondo stradale: quindi il battistrada dello pneumatico lavora meglio nelle condizioni più difficili che metterebbero in crisi le gomme "estive". Quando vanno montati gli pneumatici invernali? Questo tipo di gomme à progettato per offrire la resa migliore quando le temperature sono intorno ai 7° di media. Quindi, conviene farsi trovare preparati ai primi freddi e giocare d'anticipo per due motivi: aspettare l'ultimo momento può significare lunghe attese perchè il gommista abbia tempo a disposizione per la nostra auto (visto che ci saranno molti altri nella stessa situazione) ed inoltre il rischio di restare senza le giuste misure è alto. Negli ultimi anni, infatti, è successo che le scorte di pneumatici per l'inverno venissero esaurite, lasciando a piedi molti potenziali clienti. Oltre ai consigli di buon senso, vanno tenute in considerazione anche le norme che impongono l'utilizzo di queste "gomme da neve". Su molte strade e autostrade è ormai previsto l'obbligo di montare pneumatici invernali (o catene a bordo) spesso già a partire da novembre (solitamente dal 15) fino agli inizi della primavera (metà marzo). Purtroppo, la giungla delle ordinanze è talmente fitta che è difficile tracciarne un identikit ma va ricordato che la multa per chi non si adegua può arrivare fino a 318 euro e comportare la decurtazione di punti patente oltre al fermo del mezzo, nel caso in cui si rappresenti un pericolo per la circolazione.